Psicologia e Psichiatria

Antropogenesi

antropogenesi - questa è la formazione dell'individuo nell'aspetto storico-evolutivo, la sua formazione fisica, lo sviluppo iniziale della parola, l'attività e il modo di vivere comune. Durante l'antropogenesi, l'Homo sapiens appariva, separato e separato dalle scimmie e dai mammiferi. L'antropogenesi umana è studiata da un certo numero di scienze, principalmente antropologia, paleoantropologia, nonché dalla linguistica, dalla genetica, dalla fisiologia e dall'etnografia. I fattori più importanti nel processo di antropogenesi erano: la posizione eretta dell'uomo, l'uso di varie cose per procurarsi il cibo, la fabbricazione di strumenti per il lavoro, l'esistenza della mandria, l'aspetto del linguaggio. Ci sono molti pensieri e considerazioni sull'antropogenesi umana, ma oggi la teoria di Charles Darwin è considerata la più scientificamente condizionata.

Cos'è l'antropogenesi?

La storia dell'emergere di persone, lo sviluppo del loro genere iniziò a studiare nel XVIII secolo. Fino ad ora, la costante e centrale era la convinzione che il mondo, tutte le cose viventi, così come le cose non viventi, era stato creato da Dio come lo sono al momento. Ma con il progresso della scienza, la conduzione di serie di ricerche ha iniziato a cambiare la visione della creazione del mondo. La convinzione sull'immutabilità di tutto ciò che esiste è sostituita dalla comprensione dell'evoluzione, dalla formazione di tutti gli esseri viventi. Un posto significativo in tutto questo è occupato dall'antropogenesi umana, dalla sua formazione, origine, separazione, sviluppo.

Lo studio dell'antropogenesi della razza umana fu condotto da molti scienziati, a partire da Karl von Linnaeus (scienziato, biologo, zoologo, medico) svedese, che classificò l'uomo nella stessa fila di scimmie antropoidi, riferendosi al mondo animale. Un grande contributo alla fondatezza della teoria dell'antropogenesi fu la ricerca di Bush de Pert, un archeologo francese che scoprì la presenza di strumenti di pietra usati dall'uomo primitivo nell'era dei mammut. Per lungo tempo, tali scoperte di antropogenesi nella scienza non furono riconosciute e incontrarono una tempesta di resistenza, dal momento che contraddicevano la Bibbia.

Il problema dell'antropogenesi esiste in diverse questioni: la datazione e il luogo di origine delle prime persone; discussioni sulle principali fasi dell'antropogenesi, l'influenza dei fattori di antropogenesi in diversi periodi di sviluppo; il rapporto dell'influenza fisica nell'antropogenesi con il sociale; la formazione delle prime comunità.

I problemi dell'antropogenesi sono studiati attraverso la ricerca di diverse scienze. In gran parte antropologia e paleoantropologia, oltre a psicologia, fisiologia, linguistica, morfologia, archeologia, etnografia, ecc.

Un colpo di stato nella conoscenza dell'antropogenesi umana ha reso le idee di Charles Darwin. Secondo la teoria di Darwin, la razza umana si è evoluta da antenato scimmiesco. I ricercatori hanno preso la decisione che le scimmie umanoidi sono i lontani antenati della nostra razza, poiché sono anatomicamente simili agli umani. Centrale per l'antropogenesi dell'uomo, il suo adattamento alle mutevoli condizioni dell'esistenza, Darwin denotava la selezione naturale. La teoria dell'attività lavorativa di Engels sostiene che il fattore centrale nell'evoluzione storica dell'uomo, la sua antropogenesi è la capacità di lavorare, la capacità di lavorare in un contesto comunitario.

L'antropogenesi umana è diversa dall'evoluzione del mondo organico in quanto quest'ultima è governata solo dalle leggi naturali e la consapevolezza delle sue capacità nell'attività ha permesso alla persona di influenzare la natura e ridurre l'impatto dei fattori biologici. La teoria darwiniana simimnaya dell'antropogenesi ha preso in considerazione varie opinioni scientifiche e ha sostenuto l'origine dell'Homo sapiens dai primati. La conferma di ciò è la somiglianza delle scimmie umanoidi viventi dall'attuale uomo nella struttura anatomica, la forma di embrioni, gli indicatori fisiologici. Darwin ha dimostrato che l'intera razza umana proveniva da una specie di scimmia, ed era fiduciosa nella formazione di antichi popoli in Africa.

Il problema dell'antropogenesi è che non esiste alcuna decisione residua sull'antica patria dell'uomo. Alcuni scienziati ritengono che una persona sia passata dalle località dell'Africa, altre - dall'Eurasia meridionale, solo l'Australia, l'America e l'Eurasia settentrionale siano escluse.

Fattori di antropogenesi

I fattori biologici e sociali sono considerati fattori fondamentali dell'antropogenesi umana.

L'antropogenesi è l'origine fisiologica delle specie della razza umana. Il fattore sociale è la formazione della società umana. Darwin ha notato l'importanza delle circostanze biologiche nella formazione di un essere umano. Fattori come la selezione (naturale) naturale, l'ereditarietà, la propensione al cambiamento hanno svolto un ruolo significativo nelle fasi iniziali dell'antropogenesi. La variabilità determina l'emergere di nuove caratteristiche e funzioni nella struttura anatomica dell'uomo. L'ereditarietà rafforza e trasmette alle generazioni queste trasformazioni. Come risultato della selezione naturale, il più forte e il più in forma sono sopravvissuti. L'importanza dei fattori sociali (pensiero, capacità di parlare, desiderio di comunità, lavoro) nell'antropogenesi descrivono F. Engels nei suoi studi sul valore del lavoro nello sviluppo dell'uomo da una scimmia.

Come dice la scienza, i nostri antenati erano le grandi scimmie che vivevano nella foresta. Nel corso dei cambiamenti climatici, riducendo l'area forestale, sono stati costretti ad adattarsi: stare in piedi, essere in grado di navigare rapidamente nel nuovo terreno. Gradualmente, camminare in piedi divenne una qualità conveniente e vantaggiosa di un nuovo tipo di umanoide, ora gli arti anteriori potevano svolgere una serie di nuove funzioni dell'attività lavorativa.

Molto è cambiato nel corso dell'antropogenesi umana: reclutamento, raggruppamento in comunità, tipi di lavoro collettivi, caccia, protezione della comunità dai nemici. Tutto ciò ha richiesto di cercare modi per comunicare da solo con uno. All'inizio si trattava di una comunicazione primitiva attraverso gesti delle mani, suoni, un'ulteriore comunicazione portava all'inevitabilità dell'apparenza del secondo sistema di segnali - il parlato. Così, a livello corporeo, i cambiamenti nell'apparato orale e nella struttura della laringe subirono cambiamenti nella formazione della parola. La capacità di parlare, l'abilità lavorativa, la permanenza nella comunità ha iniziato a modellare il pensiero. Di conseguenza, il cervello è aumentato di dimensioni, formando la corteccia cerebrale.

Uno dei fattori biologici dominanti dell'antropogenesi è considerato una selezione naturale, a causa della quale, in diversi periodi di sviluppo, i cambiamenti favorevoli all'adattamento rimangono e sfavorevoli, le qualità dannose vengono distrutte. Di conseguenza, l'antropogenesi umana lo ha portato al miglioramento più ottimale delle sue condizioni di vita, e queste caratteristiche formate sono state ereditate.

L'uomo ha iniziato a usare il fuoco per cucinare. Questo fattore ha contribuito al cambiamento della forma del volto di una persona, del suo apparato masticatorio, del sistema digestivo per il pieno assorbimento del cibo termicamente trasformato. L'uso della fiamma per riscaldare i loro luoghi di residenza ha dato a una persona la possibilità di stabilirsi in aree con un clima freddo.

Nei primi periodi di antropogenesi, i fattori biologici hanno avuto un ruolo centrale nello sviluppo umano. A causa della selezione naturale, sono state formate le caratteristiche morfologiche di una persona: una colonna vertebrale a forma di S per camminare in uno stato verticale, un ampio osso del piede, un torace e una struttura cerebrale. Durante l'antropogenesi, una persona era in grado di adattarsi alla natura circostante in modo tale che i suoi cambiamenti diventassero meno indipendenti dagli effetti della selezione naturale. Successivamente, l'individuo umano ha già acquisito la capacità di utilizzare e produrre strumenti per il lavoro, potrebbe preparare il cibo, attrezzare l'alloggio, vivere nelle comunità, non dipendere dall'influenza dei processi naturali. L'impatto dei fattori biologici è diminuito e l'effetto del sociale è aumentato.

L'antropogenesi umana fuori dalla comunità divenne impossibile. Sebbene i fattori biologici abbiano perso un ruolo importante nell'influenzare la formazione di una specie umana, tuttavia la selezione naturale svolge una funzione stabilizzante e la mutazione mantiene il suo effetto nel mondo moderno. A volte la frequenza e la forza delle mutazioni aumenta anche in alcune regioni del nostro pianeta a causa di vari tipi di inquinamento. Insieme all'effetto indebolente della selezione naturale, le mutazioni possono portare a un deterioramento delle caratteristiche di qualità della sopravvivenza umana.

Riassumendo, notiamo che i principali fattori dell'antropogenesi umana erano biologici e sociali. Sotto la loro influenza ha avuto luogo l'evoluzione della razza umana. Le qualità fisiologiche trasmesse per eredità, la parola, la capacità di pensare, la tendenza al lavoro si formano nella società durante l'educazione e l'educazione.

Fasi di antropogenesi

L'antropogenesi, come processo centrale della formazione della società e della formazione storica dell'uomo, dipende dal cambiamento del lavoro, dalla formazione della coscienza della comunità, dai cambiamenti nella struttura fisiologica del corpo, è stata divisa in più fasi. Secondo una fonte, i ricercatori designano tre fasi dell'antropogenesi:

- gli antenati antropoidi sono primati, muovono sui due arti inferiori, che sapevano come usare gli oggetti ordinari (pietre, ossa di animali, bastoni) come strumento di attività;

- arkhantropy e paleanthropus, il cosiddetto popolo antico e antico, - cominciarono a fabbricare armi, cacciarono, crearono comunità, furono abitanti delle caverne, usarono il fuoco. L'aspetto è lontanamente simile alla persona attuale. Differiscono nel fatto che avevano un grosso arco sopra le sopracciglia, una fronte bassa, che spuntava dalla parte posteriore della testa. La struttura del cervello è molto primitiva;

- Neoantropi - avevano la struttura fisica della persona attuale, la forma dell'osso cranico cambiata, il cervello aumentato di volume, alto. Sapevano come parlare a un livello primitivo, raccogliere verdure, frutta, cacciare, costruire case, creare pitture rupestri, vestiti cuciti. Inizio - l'era del tardo Paleolitico.

Per altri dati, le fasi dell'antropogenesi sono state differenziate in cinque fasi.

Pogridno-hominidnaya - uno stadio della persona che forma, 16-18 milioni di anni fa. Questo è il primo periodo dell'antropogenesi, che era rappresentato da: anfipiti, scoperti intorno alla Birmania, oligopitechi - in Egitto, cuccioli egiziani, un gruppo di driopithecus, circa 20 milioni di anni fa. Tutti i rappresentanti dei primi ominidi vivevano in modo gregario, avevano una leggera somiglianza con il più alto umanoide.

Lo stadio pregominideo (Australopithecus, scimmie simili a scimmie) è circa 5-2 milioni di anni fa. Australopithecus - ominidi bipedi che vivevano alle latitudini dell'Africa. L'Australopiteco esisteva Afar, Africano, Robusta. La loro altezza non era superiore a 1 m 30 cm, peso fino a 40 kg, volume del cervello - 700 cc. Il più recente Australopithecus (presidzhantropy) era già in grado di fabbricare armi primitive, creando un'antica cultura di ciottoli. Questi sono i primi campioni di un uomo esperto, che un uomo ha sostituito sistematicamente in seguito. Lo sviluppo dell'Australopithecus è un ramo senza uscita dell'antropogenesi umana.

Il palcoscenico arantropico - erano chiamati il ​​popolo più antico, ecco la scoperta del francese H. Dubois sull'isola di Giava, gli antichi ominidi chiamati Pithecanthropus. La crescita di Pithecanthropus era di 1 m 70 cm, il cervello aveva dimensioni fino a 1000 cm cubici, fronte sporgente, arcate massicce sopra le sopracciglia, mascella pesante, si muovevano su arti inferiori piegati. Il rappresentante del più antico era chiamato uomo raddrizzato. Arkhantropy sono stati identificati in Sud Africa, Asia. In Cina sono stati identificati frammenti di synanthropus, molto simili nella loro struttura fisiologica agli arantropi. In Europa, la più antica scoperta di Pithecanthropus è un uomo di Heidelberg. Arkhantropy possedeva già la forma iniziale della parola, usava il fuoco, viveva 2 - 0,5 milioni di anni fa.

Il quarto stadio è lo stadio paleoantropico, chiamato il popolo antico, che i rappresentanti sono uomini di Neanderthal. Hanno vissuto da circa 0,5 milioni a 30 mila anni fa. Gli scavi più antichi di Neanderthal sono stati scoperti in Germania, il loro ramo di sviluppo era senza uscita. Un'altra parte del ramo di sviluppo paleoantropico è un parente stretto di un uomo di Neanderthal morto dopo aver vissuto per circa 70 mila anni. Hanno molte somiglianze con la persona attuale: la struttura del cervello è quasi la stessa, il volume è anche leggermente più grande - 1450 contro 1350 centimetri cubici. Uno strumento per il lavoro, la caccia è già diversa nell'aspetto e nello scopo, una caratteristica: è uno strumento composto da piastre separate dal nucleo di pietra. È indicativo di questa fase dell'antropogenesi: caccia di gruppo per un animale selvatico molto grande, costruzione di abitazioni primitive, sviluppo della parola per lo scopo di comunicazione all'interno della tribù.

I rappresentanti dei paleoantropi sono i primi e tardivi Neanderthal europei, i Neanderthal persiani. Questo tipo di umanoide è caratterizzato da una corporatura massiccia, una metà facciale sporgente del cranio, una regione sopraorbitale sviluppata, ampie aperture nasali, un allargamento temporale anteriore e lobi centrali del cervello e un apparato di articolazione migliorato. La struttura anatomica di questo tipo di persone aveva caratteristiche per adattarsi al clima rigido dell'Europa. Sebbene l'antropogenesi umana di questo stadio si stesse orientando verso lo sviluppo, i paleoantropi erano troppo esposti alle circostanze naturali. I tipi di persone antiche sotto l'influenza di condizioni di vita sfavorevoli, in virtù della loro bassa organizzazione e cultura cosciente, acquisirono qualità morfologiche che ritardarono la loro evoluzione.

Nel tardo periodo della fase di antropogenesi dei paleoantropi, i ricercatori hanno scoperto le prime sepolture. Ciò è evidenziato dagli scavi di un ragazzo sepolto di Neandertal in Uzbekistan circa 45 mila anni fa. Questo fatto aveva l'aspetto di una sepoltura cosciente con rituali. Ci sono circa sessanta sepolture di Neanderthal.

Nelle aree di Ucraina, Bielorussia, Russia e il resto dei paesi della CSI sono state trovate anche abitazioni e siti di Neanderthale.

Lo stadio neoantropico (Homo sapiens) è l'ultimo stadio dell'antropogenesi, i cui prototipi erano persone di un simile modello fisico con l'uomo attuale - Cro-Magnon, che visse circa 200-50 mila anni fa. Gli scavi iniziali del Cro-Magnon sono stati scoperti in Francia, la loro distribuzione in tutto il mondo è ampia: le regioni artiche, l'America, l'Australia, l'Europa, le regioni dell'ex Unione Sovietica.

Il problema dell'antropogenesi di questo stadio è la mancanza di determinazione di un tempo chiaro per l'emergenza dei neoantropi. Fino a poco tempo fa, era stato determinato lo scavo più antico del neo-antropologo pienamente formato di Kalimantan nella caverna di Nia, 39.600 anni fa. Gli archeologi considerano l'inizio del periodo paleolitico (40-35 mila anni fa) come un conteggio del tempo di nascita di una persona razionale. Ci sono anche opinioni di antropologi sulla prima organizzazione dell'Homo sapiens. La ricerca di una risposta sulla data di occorrenza del neoantropo continua. Così in Etiopia, nel 1969, trovarono i resti di teschi di una simile struttura fisiologica su neoantropi, datati 130 mila anni fa. Alla fine del 20 secolo. tracce di vita neoantropica sulle terre dell'Africa furono scoperte molto prima negli scavi delle grotte africane che nei paesaggi dell'Europa - di 50 mila anni. Pertanto, la nascita dell'Homo sapiens di date precedentemente riconosciute è possibile.

Ci sono due ipotesi di antropogenesi neoantropi. La prima è la discesa da Subahara più di 100.000 anni fa, poi i neoantropi si sono diffusi in tutte le regioni asiatiche e 30 mila anni fa hanno spremuto i tipi di Neanderthal in ritardo. Il secondo è che i primi ominidi africani si sono evoluti in una persona razionale nel loro modo naturale.

Per la struttura anatomica dei Cro-Magnon era molto simile a quello che l'uomo attuale dietro la forma del cranio, la forma della mascella inferiore con la presenza di un grande mento, un naso stretto, fronte dritto, la crescita aveva 180-190 centimetri. Cro-Magnon potrebbe creare armi dalle ossa degli animali, pietra, trovato sulle pareti delle immagini di caverne del processo di caccia, gli animali. L'importanza centrale nell'antropogenesi dei neoantropi e la loro ampia diffusione in tutto il mondo era la capacità di comunicare. Attraverso la comunicazione, trasferisci preziose informazioni sull'esperienza accumulata, le competenze, la produzione da tribù a tribù, dalla generazione alla generazione successiva. Sopravvissuto a quelle tribù, in cui l'organizzazione sociale, l'attività di gruppo era ad un livello significativo.

Un momento significativo per la sopravvivenza del genere è stato l'addomesticamento degli animali, la loro domesticazione, così come l'occupazione dell'agricoltura, la coltivazione delle piante, che ha dato una reale possibilità per una persona di sopravvivere alla fame. La comunicazione ha dato alle persone l'opportunità di conservare e organizzare le conoscenze, le competenze tecniche specifiche, l'osservazione delle leggi della natura, impostare le regole all'interno della comunità per una maggiore produttività della squadra, la sua sopravvivenza e riproduzione. Gradualmente, l'influenza della natura circostante sull'antropogenesi umana diminuì e perse il controllo. Successivamente, la selezione naturale cessò di essere significativa nell'antropogenesi dell'Homo sapiens e, di conseguenza, l'evoluzione della specie umana cessò.

Riassumendo quanto sopra, va notato che l'antropogenesi non era un processo lineare e scorrevole. На каждой фазе антропогенеза формировались виды нескольких течений, и каждый шел своим путем развития. Под действием природных, а также социальных факторов развивалось несколько разновидностей гоминид.

Guarda il video: La comparsa e l'evoluzione dell'uomo. Documentario adatto 2 liceo scientifico (Agosto 2019).