Psicologia e Psichiatria

Clima psicologico

Il clima psicologico è una componente importante dell'efficace funzionamento della squadra, poiché influisce sulla produttività personale dei dipendenti e sulla coerenza e sinergia della squadra. Storicamente, nonostante l'interesse per l'educazione collettiva in ambito domestico, quindi la psicologia sovietica, il problema dell'atmosfera di gruppo psicologica, della compatibilità e della coesione collettiva nella scienza fu innalzato per la prima volta in Occidente. Ciò era dovuto all'ordine sociale per lo sviluppo dell'argomento. Il business degli psicologi ha una domanda: come, oltre agli incentivi materiali, è possibile ottenere un aumento della produttività nei gruppi. Gli psicologi dell'epoca hanno scoperto che la produttività del lavoro è legata alla compatibilità delle personalità dei dipendenti del gruppo.

Il clima psicologico è favorevole o sfavorevole. Se è impossibile essere in un gruppo, la motivazione a lavorare, anche con un forte interesse iniziale, diminuirà costantemente.

Il concetto di clima socio-psicologico

Ogni gruppo ha un'atmosfera competitiva che può essere rintracciata anche nel mondo degli animali e dei gruppi di bambini, dove i soggetti stessi non si danno conto di ciò, ma alcuni di loro sono sempre più intraprendenti, socievoli, abili. Si sta formando una certa gerarchia di leadership e subordinazione e qui dovrebbero essere inclusi i meccanismi di interazione culturale.

Come possono le persone navigare nelle loro relazioni in gruppo? È necessario selezionare le persone in gruppi secondo il principio della compatibilità psicologica, che è stato fatto in Occidente per oltre 100 anni. Oggi, tuttavia, la maggior parte dei nostri team si formano spontaneamente, senza osservare alcun principio. Occasionalmente, il compito di formare un team efficace coordinato è dato da una grande impresa privata o da agenzie governative specializzate. In altri casi, un'atmosfera psicologica favorevole è una rarità, spesso anche un incidente.

Accanto alla struttura formale di gestione delle relazioni, se è presente in un gruppo, esiste una struttura di leadership informale. È importante che la struttura ufficiale non sia ufficiale. Fa bene alla squadra se il leader viene anche nominato in senso psicologico. Altrimenti, quando la leadership nomina una persona da se stessa, e all'interno della squadra, inoltre, c'è un altro leader informale, gli scontri sono inevitabili.

Una squadra può esistere nominalmente, i partecipanti possono comunicare molto superficialmente o addirittura non interagire affatto, come accade, ad esempio, con gruppi di studenti di corrispondenza o un gruppo di manager situati in diverse città di filiali. Per creare un clima psicologico favorevole nella squadra, la presenza effettiva dei partecipanti, la loro appartenenza alla squadra, è necessaria la loro interazione.

Per creare un clima positivo, ricorrono a classi speciali, corsi di formazione avanzati e giochi di rally aziendali. Le persone all'interno del sistema si rianimano e le relazioni non sono in grado di farlo. Nei giochi per l'interazione, quando i dipendenti di età e stato diversi devono persino stabilire un contatto fisico, tenere, alzarsi, guardare, comunicare, togliersi le maschere, allontanarsi dai ruoli assegnati e iniziare a mostrarsi nella comunicazione dal vivo. Azioni comuni e trasparenza, quando si può vedere una persona nelle attività, contribuire alla crescita della fiducia, migliora il clima morale e psicologico della squadra.

Tuttavia, i tentativi di mobilitare la squadra attraverso i valori aziendali e il passatempo congiunto non sempre hanno successo. Spesso sono tenuti solo nominalmente dal compito del governo, sul campo anche senza la partecipazione di professionisti e di carattere superficiale. Questo è quello che succede quando suonano slogan bellissimi, che non si trovano in risposta a persone viventi, non sono legati alla loro realtà psicologica intrapersonale e interpersonale. Importante qui sono le qualità psicologiche della persona stessa. Arroganza, sospetto, aggressività, vanteria, persino l'isolamento ordinario respingono le persone e diventano prerequisiti per i conflitti. Per unire la squadra diventa possibile solo quando si risolvono problemi nascosti, scontri protratti che riducono a zero il clima morale e psicologico della squadra. È richiesta anche la partecipazione della dirigenza stessa, che è parte integrante della squadra.

Oggi il collettivismo è una cosa del passato, indipendentemente da ciò che viene dichiarato, ma nella maggior parte dei gruppi prevale l'individualismo. L'etica aziendale, specialmente nelle comunità militari altamente specializzate, i medici, gli insegnanti, in parte protegge una persona, facilita la responsabilità personale e sostituisce anche parzialmente l'ideologia, i valori comuni, le norme all'interno del gruppo professionale sorgono.

In una squadra genuina, i dipendenti vogliono e riconoscono la loro intercambiabilità, ma si riconoscono come un'unione, sentono di essere l'uno per l'altro, insieme come un gruppo. Compatibilità psicologica significa che l'attuale composizione del gruppo è possibile per realizzare gli obiettivi dell'attività. Mentre la coesione psicologica dal punto di vista della psicologia sociale significa che questo gruppo non è solo possibile ma integrato nel modo migliore, ognuno percepisce tutti come una persona necessaria e positiva.

Clima socio-psicologico nella squadra e il suo significato

Il clima del collettivo è più spesso minacciato da conflitti. Tuttavia, dopo tutto, i conflitti sono un fenomeno naturale che non può essere evitato e non dovrebbe essere tentato di essere completamente escluso dalle pratiche lavorative. I conflitti non dovrebbero avere paura, ma devono essere in grado di gestirli. La teoria del conflitto reale rivela il fatto che quando siamo divorziati da lati opposti delle barricate, abbiamo interessi diversi, apparteniamo a gruppi diversi, abbiamo uno status diverso - questa situazione può sempre essere descritta come un conflitto latente. Avendo studiato le regole della comunicazione senza conflitti, il manager sarà in grado di portarle allo staff, il che permetterà di estinguere i conflitti o portarli fuori dall'ambiente di lavoro.

Il conflitto ha un ruolo diagnostico, inoltre, può e deve essere considerato come un certo punto critico che può sempre essere superato. Con la giusta strategia, anche a scapito di questo conflitto stesso, è possibile raggiungere un nuovo livello di comunicazione, interazione efficace. Ci sono anche persone più o meno in conflitto, che possono essere valutate quando si seleziona e non si include la persona in conflitto nella squadra.

Perché i conflitti sorgono più spesso? Le ragioni qui sono psicologiche e sociologiche. La componente psicologica qui è che alcune persone hanno un carattere malsano, l'autostima, un cattivo atteggiamento nei confronti dei colleghi, il lavoro. La sociologia si rivela attraverso la teoria dei gruppi informali, spiegando i conflitti attraverso la loro opposizione.

Secondo Litvak, ogni squadra ha tre sottogruppi principali. Il primo è educativo e carrierista. Sono persone che studiano, padroneggiano costantemente nuovi metodi progressivi, vogliono migliorare, rendere il lavoro più efficace. Il secondo gruppo è chiamato culturale e intrattenimento. Non si tratta di persone che lavorano male, ma svolgono compiti solo "da e verso", avendo altri interessi, hobby o altre professioni più affascinanti. Vogliono lasciare tutto com'è ora, non fare cambiamenti, non imparare. E il terzo gruppo è il cosiddetto alcolizzato. Gli obiettivi di ciascun gruppo sono diversi: l'educatore e il carrierista vogliono svilupparsi, il culturale e l'intrattenimento non vogliono essere toccati, l'alcolizzato vuole bere.

Quando uno dei gruppi è presente nel team, è una squadra stabile, i conflitti in esso sono improbabili. Ma già in presenza di un gruppo di educatori e carrieristi e secondari, culturali e di intrattenimento, i conflitti sono inevitabili. Il capo è spesso legato all'istruzione e al lavoro, e il suo compito è quello di formare il suo gruppo dominante, quindi la squadra sarà stabile ed efficace, poiché l'altro gruppo che è in minoranza non sarà in grado di contrastare. Identifica chi appartiene al tuo gruppo e fai una scommessa su di loro, dai loro supporto, dimostra che ti fidi di loro, che sei un gruppo.

Cosa fare con un gruppo alcolico? Cancella - respingere. Perché se non rimuovi la mela marcia dal piatto, tutto si guasterà. E con culturale e intrattenimento? Se i partecipanti eseguono bene i compiti, non opporsi, non fare anti-guida, non interferire, e il gruppo è piccolo - puoi lavorare con loro, ma sappi che nella prospettiva a lungo termine non diventeranno i tuoi seguaci.

Lo stile di gestione può essere scelto da autoritario, democratico o connivente. Il mezzo, democratico, è raccomandato, si può ricorrere all'autoritario in situazioni di emergenza e il connivente può essere usato in relazione, per esempio, a lavori semplici che il subordinato ha già fatto molte volte.

Cosa è meglio usare: rivalità o cooperazione? Può sembrare che la rivalità sia più efficace, perché i colleghi stanno combattendo l'uno con l'altro, lavorando sempre meglio, cercando di essere valutati. Tuttavia, in una prospettiva strategica, questa è una relazione più pericolosa, irta dello scoppio della lotta per le risorse e l'influenza. La cooperazione è più redditizia a lungo termine, soprattutto per il gruppo di carriera educativa. Dà rispetto e sostegno a ciascun dipendente della squadra, che nel tempo fornisce fiducia e un senso di integrità del gruppo, i cui interessi le persone possono mettere al di sopra del proprio.

Creare un clima psicologico favorevole nella squadra

Tutti hanno sentito parlare del ruolo del clima psicologico, ne comprendono l'importanza, ma pochissime persone lo affrontano davvero. Inoltre, questo è necessario e persino costoso, perché la maggior parte dei conflitti sono nascosti in natura, spesso nemmeno manifestati, ma la tensione tra personalità incompatibili è spesso vissuta in modo acuto da entrambe le parti, prendendo risorse che potrebbero essere investite nel flusso di lavoro.

È importante creare l'atmosfera psicologica necessaria e investire nel comfort dei partecipanti. Quindi nel team educativo è stata condotta psicodiagnostica di bambini e trovato punti deboli di interazione per tutti. Poi i bambini sono stati invitati a sedersi come vorrebbero. È interessante notare che tutti hanno cercato di scegliere un posto con quel compagno di classe che è complementare a lui secondo la sua personalità, compensando così le debolezze. In quei gruppi in cui vengono prese in considerazione le caratteristiche psicologiche, le persone sono meno malate e dimostrano una maggiore produttività.

Al lavoro, dove c'è un clima psicologico favorevole, i dipendenti sono trattenuti non a causa della stabilità o del pagamento, ma per il loro desiderio, apprezzano le condizioni che ottengono al lavoro. Quali sono i fattori del comfort psicologico?

La creazione di un clima positivo è largamente influenzata non dallo psicologo aziendale o dal dipartimento del personale, ma dal supervisore immediato. Non meno importante è la spalla amichevole di un collega. Chiedi ai dipendenti in un'atmosfera rilassata se sentono che ci sono persone vicine che sono pronte ad aiutarli e a dare supporto.

Il dipendente dovrebbe sapere che viene rimproverato solo per errori reali. Qui ha tutte le possibilità di costruire una carriera, non c'è il clientelismo e la nomina a posizioni di rilievo "da tirare". Inoltre, dovrebbe avere l'opportunità non solo di crescere professionalmente e con il personale, ma di crescere personalmente. È questo un luogo di lavoro in cui impara di più, cresce su se stesso intellettualmente, moralmente, psicologicamente? Scopri se il dipendente è disposto a rimanere a lavoro straordinario. E, se è pronto, non lasciarlo mai andare oltre la norma. Devi superare le aspettative delle persone e poi si sentiranno soddisfatti.

C'è umorismo nella squadra? L'umorismo aiuta a far fronte al lavoro teso e nervoso, specialmente nel campo del lavoro con le persone, delle vendite, delle transazioni importanti. Assicurati di festeggiare regolarmente alcune festività al lavoro, che si tratti del compleanno di un dipendente, di un'azienda o di date generalmente accettate: non importa che tipo di festività viene celebrata e su quale scala, è importante per i dipendenti stare insieme, aprirsi e rilassarsi.

Alcuni manager sono dell'opinione che l'amicizia tra colleghi sia inaccettabile. Gli psicologi non sono d'accordo con ciò, affermando la necessità per i dipendenti di interagire attraverso canali informali per il funzionamento naturale, il comfort e persino il team building. L'uomo e il luogo di lavoro devono essere trattati non solo come un elemento del sistema, ma come un individuo. Se una persona si rende conto come una persona a pieno titolo al lavoro, questo parla del lavoro efficace dell'intera organizzazione.

Un manager in caso di problemi in una squadra dovrebbe rivedere il proprio stile di leadership e talvolta anche se stessi, il carattere, i tratti della personalità, che si manifestano in relazione ai dipendenti. Il più accettabile nella maggior parte delle organizzazioni oggi è uno stile di leadership flessibile e situazionale, che richiede una combinazione di diversi stili manageriali in base agli obiettivi del manager. Lo stile autoritario diventa più raro e inaccettabile, quello democratico domina come lo stile principale. Da parte dell'atmosfera psicologica, le squadre con una leadership democratica flessibile sembrano molto più attraenti e sono più desiderabili per i candidati.

Tuttavia, il primo errore si verifica più spesso al momento della costruzione del team a causa della mancanza di selezione professionale e diagnosi di compatibilità al fine di creare un team ben coordinato. Le ragioni possono essere difetti nei servizi di personale, uno psicologo e un manager quando sono personalmente presenti al colloquio. Anche se l'obiettivo è riorganizzare il team in un secondo momento, tenendo conto delle esigenze e delle peculiarità dell'organizzazione e della gestione, ricorrendo ai servizi dei professionisti, nel tempo ciò porta a risultati positivi.

Gli psicologi, a differenza, purtroppo, di molti manager, hanno un approccio progettuale positivo alla personalità, a seconda della persona che si può sempre sviluppare. Se una persona è, per esempio, in conflitto, ma, come spesso accade, è un professionista di valore - se ha un desiderio, lavorare con uno psicologo può ridurre il suo livello di conflitto personale.

Guarda il video: COME SI COSTRUISCE UN CLIMA PSICOLOGICO IN UNA NAZIONE? (Agosto 2019).