Psicologia e Psichiatria

Cosa fare se non vuoi vivere

Cosa succede se non vuoi vivere? I colpi del destino, i fallimenti schiaccianti e le perdite dolorose possono accompagnare un individuo su qualsiasi segmento del percorso di vita. A volte succede che il mondo perde i suoi colori, la speranza scompare, il senso della vita scompare. È proprio in questi momenti che scompare il desiderio di combattere e continuare ad esistere. E molti stanno cominciando a chiedersi cosa fare se non vuoi affatto vivere? Questo tipo di momenti difficili, è necessario superare nonostante tutto, anche quando si vuole rinunciare. Non importa quali siano le situazioni deprimenti e dolorose che una persona ha incontrato nel segmento della fase vitale. È importante non soccombere alla loro influenza. Dopotutto, ogni giorno che passa porta con sé qualcosa di nuovo, precedentemente sconosciuto, interessante. Oggi il cielo è nero e c'è un temporale, e domani il cielo splenderà di una varietà di colori riflessi nel caldo sole.

Simile succede nell'esistenza umana. È come se oggi non ci fosse via d'uscita dalla miriade di problemi, ma domani succede qualcosa che risolve tutti i problemi in un colpo solo. Dopo tutto, tutto può essere regolato o corretto, solo la morte è irreversibile. Pertanto, finché esiste un individuo corporeo, egli deve invariabilmente sperare.

Cosa fare se non vuoi vivere? Consigli da uno psicologo

Nel primo turno, l'individuo che ha posto questa domanda, si raccomanda di provare a capire gli eventi che si svolgono. L'analisi della situazione contribuisce all'adozione della decisione giusta, alla pianificazione di azioni strategiche specifiche e aiuta a distrarre da pensieri deprimenti.

Inoltre, è necessario distinguere tra stati d'animo depressivi o una banale malinconia che rientra nei limiti della normalità, dalla depressione reale. Lo sconforto e la malinconia possono essere superati da soli, e lo stato depresso ha bisogno di una correzione professionale.

Se una persona perde la domanda: "cosa fare se non vuoi più vivere", non dovresti allontanare questi pensieri da te, considerandoli vergognosi o inaccettabili. Il problema non cessa di esistere e ha un effetto disastroso, se una persona finge di non esistere. È nella fase in cui l'individuo inizia a pensare al bisogno di un'ulteriore esistenza, ha così tanto bisogno di aiuto.

Accade spesso che il soggetto dell'umore depressivo sia così vergognoso e proibito che l'individuo debba esistere per anni in uno stato di depressione. Alcuni non affrontano la gravità dei problemi e trovano pace sul fondo della bottiglia, mentre altri incolpano lo scoraggiamento e l'apatia della stanchezza dal lavoro, nascondendo la mancanza di desiderio dietro i doveri, giustificando l'assenza di una normale vita intima con problemi quotidiani. Un'esistenza così banale può durare a lungo, finché un individuo non si rende conto una volta che ha cessato da molto tempo di provare felicità. Le persone dietro il mucchio quotidiano di problemi, il ritmo intenso della vita, la ricerca infinita di valori immaginari, perdono le linee guida del valore, perdono i loro obiettivi e la comprensione del significato dell'esistenza. Si trasformano in robot che esistono in base a un programma impostato da qualcuno.

L'errore della maggior parte dei soggetti umani si trova nel pensiero stereotipato. Molti seguono le loro vite non a modo loro, ma come imposto dalla società, dal loro ambiente sociale o dai loro parenti. Pertanto, il lavoro non dà piacere, il marito è stato a lungo disgustato, i bambini hanno cominciato a infastidire.

Quindi, prima di tutto, è necessario rivedere gli obiettivi della vita, il tuo passatempo, per capire ciò che apporta davvero piacere, dà gioia e illumina di felicità. Quando un individuo perde completamente interesse per il proprio essere, perde attività sociale e diventa apatico a tutto, bisogna visitare immediatamente uno psicologo.

Se un individuo si è immerso nel vortice di esperienze dopo una certa situazione di vita, dovresti provare a uscire da questo stato te stesso. Perché l'inazione porterà ad aggirare le difficoltà che possono immergere il soggetto nell'abisso depressivo.

Il fattore più frequente che causa malinconia, è il ciclo di un certo evento spiacevole. Vortice permanente di problemi, scrollando la testa, mantenendo una silenziosa conversazione interna con un avversario fantasma, presentando un possibile corso di eventi, se non ci fosse una specifica situazione negativa. Con tali pensieri l'individuo si guida sempre più a fondo nel desiderio. L'incapacità di rettificare l'evento, unita al desiderio appassionato di cambiare ciò che sta accadendo, porterà alla follia di chiunque. Smettila adesso - l'obiettivo principale di una psiche sana.

Quando tutto ciò che accade così male e inesorabilmente persegue l'unica domanda "cosa fare se non vuoi più vivere", devi ricordare della creatività. E non è necessario limitare la propria persona all'autorealizzazione creativa. La creatività è utile per la sua varietà di direzioni: suonare musica, disegnare, modellare, ricamare, ballare, lavorare a maglia. Ogni tipo di arte creativa porta tranquillità. Puoi scegliere la direzione più elementare, lascia che sia considerata infantile. La condizione principale è che l'hobby dia gioia e piacere.

L'arte terapia non solo aiuta a liberarsi dell'umore depressivo, ma può anche rivelare una tendenza verso una certa direzione, e che l'individuo stesso non aveva mai sospettato prima. Il processo creativo ti permetterà di rilassarti, di dimenticare i dolori, di imparare cose nuove. Il grande vantaggio del metodo descritto è la capacità di accontentare i parenti con un ricordo della propria produzione. Ma la felicità dell'uomo nativo non lascerà nessuno indifferente.

Se il ritmo dell'essere lo consente, si consiglia di prendersi una pausa. Puoi andare in vacanza o prendere un paio di giorni liberi, andare a casa, andare in montagna, escludere tutte le feste rumorose, dedicare questa volta unicamente alla tua persona, senza lasciarti carico di problemi.

Cosa fare se non vuoi vivere, ma c'è un bambino?

A volte, anche tra le persone avide amanti del divertimento, l'ottimismo finisce e l'interesse per l'essere scompare. Il corso della vita dei soggetti umani non può consistere esclusivamente di gioie e momenti positivi. Spesso una persona si incontra in certi segmenti della vita con ostacoli insormontabili, dispiaceri, perdite, insuccessi. Da questo verso il basso, il desiderio di novità, l'interesse per ciò che sta accadendo e il desiderio di vivere scompaiono. Un singolo pensiero inizia a perseguire una persona: "cosa fare se non vuoi vivere affatto, ma c'è una responsabilità nei confronti dei tuoi parenti, coniuge, figlio".

Di fronte alla mancanza del bisogno di vivere per la prima volta, non vale la pena guidare un pensiero ossessivo, fingere che non esista, bisogna rendersi conto che c'è un certo problema e iniziare a cercare le sue radici. Puoi provare a scavare da solo la causa principale, ma è più sicuro farlo in compagnia di un caro amico o psicologo.

Prima di tutto, è necessario indicare chiaramente la situazione che è precipitata nell'abisso dello sconforto. Quindi, è necessario comprendere cosa ha portato a questo problema. Spesso in esperienze dolorose è abbastanza difficile ragionare in modo sobrio e distaccato. Qui potresti aver bisogno di un caro amico, che la situazione attuale non influisce.

Riflettendo sui tuoi problemi che riguardano il tuo interesse per la vita, sarebbe bello pensare ai dolori e ai problemi presenti nel mondo. Dopo tutto, molti possono essere molto peggio. Dopotutto, qualsiasi problema finanziario può essere risolto, il tradimento è dimenticato, la fortuna un giorno verrà a sostituire l'amore infruttuoso. È impossibile fissare solo la morte. L'incapacità di rimborsare un prestito è insignificante in relazione alla malattia incurabile di un bambino.

Se il desiderio di vivere è perso, ma c'è un bambino, allora devi darti l'opportunità di riposare. Non puoi lasciare un breve periodo. Questo ti permetterà di distanziarti dalla vita di tutti i giorni, di sentire te stesso e aiutarti a scoprire cosa distrugge esattamente il tuo interesse nell'essere. Dopotutto, quando si conosce la causa, è molto più facile sradicarla, piuttosto che cercare di cambiare qualcosa, non sapendo cosa ha causato il declino dell'energia vitale e dell'apatia. Inoltre, è necessario capire che una piccola briciola ha bisogno di un genitore. E quando almeno un'anima vivente ha bisogno di un individuo umano - questa è già la ragion d'essere.

Molto spesso, la fonte della perdita di interesse vitale è l'assenza di un obiettivo, un qualche tipo di atteggiamento, un'idea del sogno, per la realizzazione di cui una persona si muove, sviluppa, lavora, supera ostacoli. Una tale installazione potrebbe essere una carriera, i bambini, il sogno di una felicità senza nuvole accanto a una persona cara, bambini, sicurezza materiale, viaggi.

La maggior parte delle persone sembra vivere la vita di qualcun altro. Studiano sulle specialità imposte dai genitori, lavorano solo per la soddisfazione materiale, dimenticano lo spirituale, vivono con partner non amati allo scopo di preservare la visibilità della famiglia, trasformando la propria vita in una serie di esperienze, inseguendo beni materiali, cercando di strappare almeno un po 'di felicità.

Il significato dell'esistenza può essere trovato nel servire le persone, la carità e la creatività. Il compito principale di ogni soggetto umano è la felicità. L'uomo a priori dovrebbe essere felice. È necessario imparare a vedere la felicità nelle piccole cose, godersi i primi raggi primaverili del sole o dei fiocchi di neve invernali, il sorriso di un bambino o il bacio di un amante, un grande stipendio o attività preferita, incontrare un amico o leggere un thriller eccitante.

Se un soggetto che ha perso interesse nell'essere ha figli, allora sono loro che sono la migliore cura per gli stati d'animo depressivi. Sono i bambini che possono aiutare ad affrontare la perdita più grave e il dolore irreparabile. Anime pure, gentili e non costrittive nel loro stesso comportamento, piccole briciole hanno bisogno di adulti. Qualsiasi attività comune con il bambino allevierà da tristi pensieri per un lungo periodo di tempo. Il desiderio di vivere si risveglia sempre guardando il tuo bambino, sentendo il suo amore disinteressato e la sua gentilezza.

Guarda il video: NON FARE QUESTO ERRORE se vuoi vivere un Freedom Lifestyle (Agosto 2019).