Psicologia e Psichiatria

Pensieri ossessivi

I pensieri ossessivi sono pensieri implacabili, idee, immagini nate nella coscienza umana. Tali pensieri sembrano perseguire una persona, traboccante di lui. Inoltre, questo stato è chiamato ossessione. Praticamente ogni individuo ha incontrato il fenomeno descritto almeno una volta nel suo stesso essere. Molte persone, a causa del ritmo accelerato dell'esistenza, credono nella superstizione, hanno sempre paura di dimenticare qualcosa, di indugiare da qualche parte, di essere in ritardo da qualche parte. Spesso queste esperienze possono essere considerate pensieri ossessivi. Allo stesso tempo, è possibile parlare di disturbo solo quando le idee ossessive sono eccessive, danno disagio psicologico, causano angoscia mentale e spesso possono anche danneggiare l'ambiente. Si ritiene che gli stati ossessivi siano soggetti a individui incerti che hanno una bassa autostima, una maggiore ansia, perseguiti da una costante paura.

cause di

A volte le persone perseguite da pensieri ossessivi, le considerano infondate e, di conseguenza, le trascurano o cercano di fermarle, il che aumenta solo la tensione, per questo diventa ancora più difficile riprendere il controllo del flusso di pensiero. Spesso, le idee persistenti si sviluppano in atti ossessivi. Ad esempio, se una persona ha dolorosamente paura della sporcizia e dei microbi, i suoi pensieri fastidiosi si spingeranno a lavarsi costantemente le mani. Quanto più diligente l'individuo cerca di sopprimere pensieri e paure ossessivi, tanto più potenti diventano, nonostante i tentativi di superarli.

Ci sono una serie di fattori predisponenti che contribuiscono all'emergere di pensieri ossessivi, vale a dire:

- trasferimento di una situazione traumatica;

- esposizione a fattori di stress;

- la presenza di ricordi negativi persistenti di natura deprimente;

- l'effetto di un travolgente dubbio;

- l'oppressione della famiglia;

- l'influenza della società circostante;

- alta o bassa autostima;

- desiderio inconscio di autodistruzione;

- giustificazione del proprio egoismo;

- il desiderio di dominare.

Tutti questi fattori sono il risultato delle singole caratteristiche umane.

La medicina moderna non ha una visione unica che spiega l'origine delle idee di natura ossessiva. Due concetti sono considerati i più ragionati, unendo i fattori che possono provocare la deviazione in questione.

Prima di tutto, identifica le cause di natura biologica:

- caratteristiche anatomiche del cervello, che causano il lavoro specifico del sistema nervoso;

- mutazione del gene hSERT, che è un portatore di serotonina ed è localizzato nel cromosoma 17;

- il trasferimento di malattie causate da streptococco, come la scarlattina e la faringite;

- violazione della catena del metabolismo del neurotrasmettitore, mancanza di norepinefrina, serotonina, dopamina, GABA.

I fattori neuropsichiatrici sono anche distinti:

- problemi causati dalla crescita: (comparsa di complessi);

- un tipo di attività nervosa superiore caratterizzata da inibizione labili e eccitazione inerte;

- prevalenza in una persona di eccessiva tendenza a concentrarsi su dettagli, dubbi, eccessivo perfezionismo, testardaggine;

- esaurimento o grave affaticamento del sistema nervoso.

Manifestazioni di pensieri ossessivi

È abbastanza semplice riconoscere la propria permanenza sotto il giogo delle ossessioni, dal momento che sono chiaramente visibili nel comportamento:

- una persona è costantemente in stato di ansia, diventa paurosa, diventa insicura;

- si osservano stancanti conversazioni con la propria persona;

- la persona dubita costantemente delle azioni compiute (ad esempio, se riesce a far fronte all'operazione assegnata, spegne l'acqua);

- c'è un desiderio travolgente di commettere qualsiasi atto sporco o cattiva azione (per esempio, sputare nell'interlocutore, giurare oscenità), accompagnato da un senso di paura;

- la persona è perseguita da pensieri deprimenti riguardo a comportamenti sbagliati, a cattive azioni, arrivando quasi all'autodistruzione;

- c'è la paura di danneggiare la propria persona o causare danni all'ambiente circostante;

- c'è la paura di prendere una malattia fatale incurabile;

- ci sono fantasie intime che non sono applicate nella pratica;

- persone che sono nella pubertà, c'è una dolorosa preoccupazione per il proprio aspetto;

- i bambini possono mostrare una paura infondata della morte.

Rimanendo sotto l'implacabile oppressione dei pensieri ossessivi, la persona è anche in tensione fisica. Pertanto, durante ossessioni possono essere osservati: aumento della frequenza cardiaca, vertigini, nausea, mancanza di respiro, poliuria, svenimento, aumento della sudorazione.

Si possono distinguere tali variazioni di ossessioni come: motivi aggressivi, pensieri blasfemi, fantasie intime inappropriate, ricordi ossessivi di situazioni fastidiose, offensive, spiacevoli; paure irrazionali (per esempio, paura di stanze chiuse, spazi aperti, paura di nuocere ai propri cari, paura di malattie espresse dalla paura di microbi e sporcizia).

La caratteristica principale dei pensieri ossessivi è la mancanza di una base razionale nelle paure e in varie paure.

Come rimuovere i pensieri negativi

Per capire come sbarazzarsi dell'oppressione dei pensieri ossessivi, prima di tutto, si raccomanda di stabilire la causa che ha dato origine alle ossessioni. E poi con l'aiuto dei metodi qui sotto, puoi provare a fermare pensieri intrusivi per sempre e fermare il costante dialogo interiore che esaurisce mentalmente l'individuo e ti esaurisce fisicamente.

Quindi, ci sono molte tecniche finalizzate all'auto-liberazione dalle ossessioni. Ecco uno di loro, chiamato: "Ignora pensieri ossessivi". Include tre passaggi consecutivi obbligatori. All'inizio è necessario imparare a ignorare idee ossessive, pensieri. Non appena il "disco trito e ritrito" ha ripreso a suonare, è necessario prendere la posizione di un osservatore esterno e contemplare con calma il flusso dei pensieri senza scavare in essi, senza esitazione, imparzialmente.

In questo caso, i pensieri fastidiosi non dovrebbero essere evitati, ma pienamente accettati, osservandoli come se provenissero dall'esterno. Questo è il secondo passo. Qui una persona può di nuovo iniziare a superare la sofferenza fisica o il tormento morale. Tuttavia, questo momento deve essere vissuto. Dovrebbe essere compreso che tutto è transitorio, così ogni tormento finirà e con loro lascerà la persona ei suoi pensieri fastidiosi.

Il terzo passo è un atteggiamento calmo e indifferente verso la torturante conversazione moralmente interiore. Ciò ridurrà la gravità del problema, alleggerirà la carica emotiva e ridurrà anche la sua importanza agli occhi dell'ossessione.

L'uso del metodo descritto porterà gradualmente alla trasformazione di pensieri fastidiosi e al loro indebolimento fino alla completa remissione. Qui è importante non aspettarsi risultati immediati e non soccombere alla delusione quando, dopo sette giorni, i cambiamenti non si verificheranno. È necessario capire che ogni giorno seguendo scrupolosamente questi tre passaggi porterà sicuramente all'effetto atteso.

Il seguente metodo è chiamato "impara a gestire i tuoi pensieri". Il suo scopo è di elevarsi al di sopra della tua stessa paura. In parole povere, dovrebbe smettere di combattere con la paura, basta andare con lei, abbassandola al livello di un normale problema quotidiano. La fase più importante della guarigione è la comprensione del problema e la sua accettazione.

Il primo passo è comprendere la tua stessa paura. Qui devi guardare "la paura" negli occhi. Se hai pensieri deprimenti, non riposi durante la giornata di lavoro, porta all'affaticamento nervoso, non dovresti sforzarti di scappare da loro, dovresti cercare di guardare i pensieri spaventosi da un punto di vista positivo. Ad esempio, una persona è tormentata dal pensiero se ha chiuso la porta d'ingresso al mattino. Questa domanda deve essere riformulata come segue: "Se cerco di ricordare se la porta è bloccata ma non posso, quindi, ho bisogno di sviluppare la mia stessa attenzione".

Il secondo passo è dare ai pensieri intrusivi una forma testuale. In poche parole, si consiglia di registrare pensieri fastidiosi. Non appena un pensiero fastidioso è sorto, dovresti sederti, chiudere gli occhi e cercare di calmarti per permettere al pensiero di formarsi pienamente. Quindi dovresti scriverlo letteralmente esattamente come è stato creato. Quindi devi leggerlo. Ciò contribuirà a livellare il pericolo di pensiero. Quindi, è necessario masterizzare questo foglio. Con una tale azione, una persona come se cancella un pensiero dalla sua testa, la butta fuori.

Il terzo passo è sostituire l'immagine negativa con una positiva. È necessario ricordare il momento luminoso di provare immensa felicità, gioia o pace e fissare l'immagine risultante. E ogni volta che prevalgono i pensieri ossessivi, si dovrebbe girare mentalmente a questa immagine.

Il quarto passo consiste nel trovare il significato nascosto dei propri pensieri fastidiosi. Qui è necessario riflettere sul perché questi pensieri hanno origine, qual è il loro significato. Forse dovrebbero seguire. Pertanto, dovresti trovare un significato in loro e iniziare a risolverli.

La terza tecnica è chiamata "aumentare il circolo della comunicazione e il loro impiego". L'essenza del metodo in esame sta nel mettere da parte i pensieri fastidiosi da parte, non combattendoli, ma acquisendo nuovi interessi. Molto spesso, pensieri fastidiosi infastidiscono il soggetto quando si sente solo e non è necessario. Pertanto, la violazione descritta può scomparire senza lasciare traccia se la persona inizia a interagire di più con le persone.

Se ciò non è possibile a causa della mancanza di interesse nei soggetti circostanti, si consiglia di registrarsi su forum tematici o risorse specializzate. Puoi anche ottenere servizi sociali online progettati per organizzare e costruire relazioni, compagni che hanno uno spirito simile e hanno interessi simili. Dopo la comparsa di fiducia nelle proprie capacità comunicative, si raccomanda di passare a una reale interazione con un ambiente sociale vicino, ad esempio con colleghi o vicini di casa.

In quale altro modo puoi rimuovere i pensieri negativi dalla tua testa? Efficace nell'arrestare pensieri fastidiosi è considerato sportivo e vari hobby. Pertanto, si dovrebbe prendere tutto il tempo a disposizione visitando le sezioni sportive, tutti i tipi di ricamo, disegno, riproduzione musicale. Quindi i pensieri di auto-scavo e ossessivi svaniranno in secondo piano. Qualsiasi affaticamento fisico sposta con successo l'affaticamento emotivo.

Oltre alle tecniche di cui sopra, non sarà superfluo padroneggiare le tecniche di rilassamento, poiché le ossessioni causano non solo angoscia mentale, ma anche sofferenza fisica. Pertanto, quando i pensieri ossessivi sono completamente superati, è necessario rilassarsi e cercare di eliminare la tensione che è sorta.

Oggi ci sono molti diversi esercizi che contribuiscono al rilassamento, perché scegliere il giusto non è difficile.

L'esercizio più elementare, ma sufficientemente efficace è considerato come il seguente: è necessario prendere una posizione sdraiata, allungando gli arti superiori lungo il corpo. Dovresti calmare il respiro e immaginare come ogni cellula del corpo si rilassa. Ciò contribuirà a eliminare lo stress inutile.

Anche le tecniche cognitivo-comportamentali della psicoterapia sono considerate metodi efficaci nel trattamento dei pensieri ossessivi.

Se le ossessioni vengono osservate durante l'infanzia o la pubertà, l'assistenza dovrebbe essere fornita il prima possibile. Poiché la psiche instabile dei bambini può o completamente superare questo fenomeno, o darà un messaggio alla formazione di una variazione più severa della deviazione.

È importante capire che le ossessioni sono uno stato transitorio. Puoi imparare, non opponendo pensieri ossessivi, coesistere con loro o vivere senza di loro. La cosa principale è non aver paura dei tuoi pensieri fastidiosi. Dovrebbero essere trattati secondo il principio: se esistono, significa che, se non lo sono, è anche eccellente. Cambiando il suo atteggiamento verso la fastidiosa conversazione interiore, una persona la priva di significato e annulla gli "sforzi" dei pensieri ossessivi per portarlo fuori dall'equilibrio mentale.

Guarda il video: Come gestire i pensieri ossessivi (Agosto 2019).