Psicologia e Psichiatria

Autismo dei bambini

Autismo dei bambini - Questo è un disturbo che si verifica a causa di disturbi nello sviluppo del cervello, caratterizzato da una marcata mancanza di interazione sociale, comunicazione e azioni e interessi ripetitivi, limitati. L'autismo infantile, il disturbo autistico, la psicosi infantile e la sindrome di Kanner sono indicati come autismo infantile. La prevalenza di questo disturbo arriva fino a 5 casi su 10.000 bambini. Tra i primogeniti, i bambini con autismo prevalgono 5 volte più spesso delle ragazze, ma tra le ragazze l'autismo è più grave e si verifica spesso in famiglie in cui sono già stati notati casi di compromissione cognitiva.

Cause dell'autismo infantile

Allo stato attuale, le cause di questo disturbo non sono chiare. Ci sono un certo numero di ipotesi confermate sperimentalmente e clinicamente per lo sviluppo dell'autismo:

- debolezza degli istinti e sfera affettiva;

- blocco delle informazioni associato a disturbi percettivi;

- violazione dell'elaborazione delle impressioni uditive, che porta a un blocco dei contatti;

- violazione dell'effetto di attivazione della formazione reticolare del tronco cerebrale;

- una perturbazione del funzionamento del complesso limbico frontale, che provoca un disturbo della pianificazione e del comportamento;

- compromissione del metabolismo della serotonina e del funzionamento dei sistemi serotoninergici del cervello;

- violazioni nel funzionamento accoppiato degli emisferi cerebrali.

Tuttavia, ci sono cause psicoanalitiche e psicologiche del disturbo. I fattori genetici giocano un ruolo significativo, poiché questa malattia è più comune nelle famiglie con autismo rispetto alla popolazione generale.

L'autismo della prima infanzia è associato a una malattia organica cerebrale, spesso nella storia ci sono dati sulle complicazioni durante il parto e nel periodo dello sviluppo prenatale. Secondo alcuni dati, esiste un legame tra autismo infantile ed epilessia, oltre a diffuse anomalie neurologiche.

I sintomi dell'autismo infantile

I sintomi dell'autismo infantile sono caratterizzati da un comportamento stereotipato. Per il bambino preoccupazione inerente azioni monotone: agitazione, oscillazione, salto, agitando le braccia. Un oggetto per lungo tempo diventa oggetto di manipolazione, il piccolo scuote, colpi di scena, tocchi, colpi di scena. I movimenti stereotipati con i libri sono caratteristici: il bambino ritmicamente e velocemente trasforma le pagine. Lo stesso tema prevale nel bambino durante il disegno, nella conversazione, nei grafici di gioco. Il bambino evita qualsiasi innovazione di vita, aderisce a regole di comportamento stabilite, resiste attivamente a tutti i cambiamenti.

Disturbi in un bambino autistico si trovano nello sviluppo del linguaggio ritardato e alterato, così come nelle funzioni di comunicazione. Il mutismo è spesso celebrato, il discorso è timbrato. Il bambino evita di parlare, non reagisce alle domande e solo con se stesso recita entusiasticamente poesie, commenti sulle sue azioni.

I principali segni di autismo sono:

- il disturbo si rivela a 2,5-3 anni;

- spesso questi sono bei bambini con una faccia assonnata, riflessiva, distaccata;

- i bambini non sono in grado di stabilire relazioni affettive e affettive con le persone;

- i bambini non rispondono alle coccole con un sorriso, a loro non piace essere abbracciati e presi nelle loro braccia;

- rimane praticamente calmo quando si separa dai propri cari, così come in ambienti non familiari;

- tipico è la mancanza di contatto con gli occhi;

- il linguaggio spesso si sviluppa con un ritardo o è completamente assente;

- occasionalmente il linguaggio si sviluppa fino a 2 anni, e poi parzialmente scompare;

- la presenza costante di monotonia, comportamento rituale o stereotipato, il desiderio di mantenere tutto costante (ai bambini piace indossare gli stessi vestiti, mangiare lo stesso cibo, camminare per la stessa strada, giocare a giochi monotoni ripetitivi);

- Tipici manierismi e comportamenti sono anche tipici (il bambino oscilla costantemente o gira, batte le mani o tira le dita;

- deviazioni nel gioco (i giochi sono spesso stereotipati, non sociali, non funzionali, la prevalenza della manipolazione del giocattolo è atipica, non ci sono caratteristiche simboliche e immaginazione, ci sono dipendenze da giochi di materiale non strutturato - acqua, sabbia);

- i bambini rispondono a stimoli sensoriali (dolore, suoni) troppo deboli o estremamente forti;

- i discenti indirizzati a loro vengono selettivamente ignorati, mostrando un interesse per i suoni meccanici, la non parola;

- la soglia del dolore è spesso abbassata, si nota una reazione atipica al dolore.

Nell'autismo infantile possono manifestarsi altri segni: attacchi improvvisi di rabbia, paura, irritazione, non causati da ovvi motivi. A volte questi bambini sono confusi, iperattivi, e il comportamento è segnato da colpi di testa che si auto-danneggiano, graffiando, mordendo, tirando i capelli. Occasionalmente ci sono enuresi, disturbi del sonno, problemi nutrizionali, encopresis. Nel 25% dei casi si verificano convulsioni convulsive in età puberale o prepuberale.

Autismo della prima infanzia

I principali segni di disturbo nell'autismo della prima infanzia sono caratterizzati da un debole potenziale energetico e da una maggiore sensibilità emotiva.

I segni secondari di disturbo includono l'evitare l'esposizione al mondo esterno, la stereotipia, l'indebolimento delle risposte emotive da parte di persone vicine, a volte ignorandole, risposte inibite o insufficienti agli stimoli visivi e uditivi.

L'autismo della prima infanzia è notato nelle seguenti manifestazioni:

- comportamento stereotipato (ripetizione di movimenti e azioni opzionali);

- mancanza di desiderio di andare in contatto, ignorando tutti i tentativi degli altri di attirare l'attenzione del bambino;

- la sensazione che il bambino non veda o senta bene;

- mancanza di desiderio nel bambino di disegnare un gesto, in altre parole, all'oggetto di interesse;

- Il piccolo appello del bambino per aiuto;

- l'assenza di contatto a lungo termine degli occhi del bambino negli occhi;

- ignorando l'adulto e la mancanza di risposta al nome con la conservazione dell'udito.

I bambini con autismo della prima infanzia incontrano difficoltà al momento del contatto emotivo con il mondo esterno. È un problema per un bambino esprimere i propri stati emotivi e comprendere altri adulti. Le difficoltà si manifestano nello stabilire il contatto visivo con il bambino, così come durante l'interazione con gli adulti con l'aiuto di espressioni facciali, gesti, intonazioni.

Anche con la famiglia, il bambino sperimenta difficoltà nel stabilire connessioni emotive, ma in misura maggiore, l'autismo infantile si trova in comunicazione con gli estranei.

I bambini con autismo della prima infanzia sono caratterizzati da ecolalia, uso improprio di pronomi personali: il bambino si definisce "lui", "tu", "lei".

La classificazione dell'autismo della prima infanzia include 4 gruppi di sviluppo in base alla gravità. Il primo gruppo è caratterizzato dal distacco da ciò che sta accadendo intorno, una manifestazione di estremo disagio quando interagisce con il bambino, una mancanza di attività sociale, ed è difficile per la famiglia ottenere una risposta dal bambino: uno sguardo, un sorriso. I bambini di questo gruppo non hanno punti di contatto con il mondo esterno, ignorano i pannolini bagnati, i bisogni vitali - la fame. È difficile per i bambini trasferire gli occhi sugli occhi, evitando i vari contatti corporei.

Il secondo gruppo è caratterizzato dal rifiuto attivo dell'ambiente, ed è anche caratterizzato da un'attenta selettività nei contatti con il mondo esterno. Il bambino comunica con una cerchia ristretta di adulti, spesso persone vicine; mostra una maggiore selettività nell'abbigliamento, nel cibo. Qualsiasi disturbo e cambiamento nel ritmo abituale della vita porta a una reazione affettiva forte.

I bambini in questo gruppo provano una sensazione di paura, reagiscono alla paura in modo molto aggressivo, assumendo forme di auto-aggressione. Osservati stereotipi motori e vocali. I bambini del secondo gruppo sono più adatti alla vita rispetto ai bambini del primo gruppo.

Il terzo gruppo è contrassegnato dalla copertura degli interessi autistici. I bambini di questo gruppo dal mondo esterno si nascondono nei loro interessi personali, i loro studi sono contrassegnati da stereotipi e non hanno un carattere cognitivo. Tutti gli hobby sono ciclici, il bambino è in grado di parlare a lungo sullo stesso argomento, giocare o disegnare la stessa trama del gioco. Gli interessi del bambino sono spesso terrificanti, cupi, aggressivi.

Il quarto gruppo è caratterizzato da un'estrema difficoltà nell'interazione con l'ambiente. È considerata la variante più semplice della manifestazione dell'autismo infantile. La caratteristica principale di questi bambini è l'aumento della vulnerabilità, vulnerabilità, sensibilità alla valutazione di qualcun altro, l'elusione delle relazioni.

Un lavoro correzionale correttamente organizzato può consentire l'effettiva promozione del bambino attraverso le fasi dell'interazione sociale, oltre a realizzare un rapido adattamento all'ambiente.

L'autismo della prima infanzia e le sue cause sono associati a una delle seguenti teorie. Nel cervello di ogni individuo, c'è un dipartimento responsabile della rimozione di informazioni non necessarie. Il lavoro di questo dipartimento è responsabile della nostra memoria. Una persona memorizza rapidamente e in modo permanente le informazioni, l'altra non è molto, e la terza si ricorda per tutta la vita. Dal momento che la risorsa del cervello non è senza limiti, così il cervello e si sforzano di sbarazzarsi di informazioni inutili.

Nei bambini con autismo, il dipartimento del cervello smette di funzionare, o non funziona correttamente senza cancellare le informazioni, in conseguenza del quale il bambino conserva tutti gli eventi che si verificano con lui.

A partire dall'infanzia, quando il bambino non vede ancora tutta la diversità del mondo circostante, gradualmente si sente sempre più interessante e nuovo e questo rimane nella sua testa. E affinché il cervello non scoppi, il dipartimento responsabile della cancellazione della memoria blocca la percezione di nuove informazioni. Comincia a verificarsi nell'anno e mezzo della vita del bambino. A questo punto, il cervello è pieno di informazioni e non ha un posto dove andare.

Inoltre, il cervello non consente la ricezione di informazioni, i cui canali sono uditivi e visivi. Di conseguenza, vi è una defocalizzazione dell'occhio, nonché un cambiamento nella percezione a orecchio. Pertanto, un bambino autistico inizia a usare la visione laterale (periferica) e non guarda nei suoi occhi.

Cosa succede all'orecchio? Il bambino ascolta, non gira naturalmente la testa. Le linee di percezione dell'informazione attraverso l'udito e la visione non coincidono. Ciò porta al fatto che il bambino non è in grado di percepire le informazioni dalla stessa fonte dalla vista e dall'orecchio, come fanno le persone comuni.

Anche gli organi del tatto sono soggetti a cambiamenti, il bambino diventa meno sensibile al dolore. Tuttavia, allo stesso tempo, il bambino sviluppa un'ipersensibilità: a lui non piacciono gli odori, i tocchi, i bagliori luminosi, i suoni e, a volte, altre parole. Riduce la percezione di nuove informazioni.

L'autismo infantile e il forum dei genitori su questo tema sono spesso sopraffatti dalle visite degli adulti a causa della paura per le briciole.

La sindrome da autismo infantile può essere corretta da uno psicologo, così come con la partecipazione diretta dei parenti.

Il Forum sull'autismo dei genitori fornisce assistenza psicologica, esplicativa e correttiva agli adulti nella comunicazione con i loro figli. Prima di tutto, i genitori devono capire perché c'è un ritardo nello sviluppo intellettuale dei loro figli. In confronto a un bambino normale, un autistico non ha interesse per il nuovo, è calmo, non sale da nessuna parte, non è curioso, il che inibisce lo sviluppo del pensiero. Un bambino simile evita tutto ciò che è nuovo e vuole vivere secondo i vecchi schemi a lui noti.

L'autista normalmente si sviluppa fino a un anno e mezzo. Questa età è caratterizzata da una memoria sostanziale e schematica, contrassegnata da un livello basso e che consente di memorizzare schemi e immagini separati, in cui non è necessario applicare il pensiero.

Ad esempio, considera il pasto di un bambino. Autenok entra in cucina, si siede al tavolo, che è già pronto e inizia il pasto. Se all'improvviso la mamma dimentica di mettere una delle posate, allora l'autenok chiederà insistentemente che lo faccia, nonostante sappia dove è conservato. Dato che la madre ha sempre fatto questo, questo schema è stato depositato nella testa di un bambino authenk e non può allontanarsi da esso, un bambino normale avrebbe messo da solo il dispositivo mancante da solo.

I bambini autistici hanno una memoria di basso livello molto ben sviluppata, ed è molto più facile per loro memorizzare un testo piuttosto che raccontarlo di nuovo con le loro stesse parole. Questo perché la retelling dovrebbe coinvolgere il pensiero e questo causa loro difficoltà. Inoltre, la memoria schematica e obiettiva degli sbocchi è molto buona e tutti ricordano bene, ma non possono associarsi e confrontarsi.

Spesso i genitori si chiedono perché il bambino non ricordi le lettere, anche se si ricorda dalla prima volta dove giacciono i cucchiai o la strada per il nuovo negozio. Molto probabilmente, il bambino è ben ricordato quelle immagini con le lettere, ma non è in grado di abbinare l'immagine con il nome della lettera. Ad esempio, un'immagine con un'arancia e un'arancia stessa, per un bambino, sono oggetti completamente diversi, non li associa tra loro, perché qui si dovrebbe includere il pensiero.

È importante che i genitori capiscano che il bambino autistico vive sulla macchina (subconscio) e non appena si presenta una nuova situazione, prova disagio, isteria, aggressività e altre manifestazioni.

L'autismo deve essere differenziato dalla sindrome di Asperger, psicosi infantile, schizofrenia infantile, deficit uditivo, disturbi dello sviluppo del linguaggio e ritardo mentale. Occasionalmente, l'autismo è accompagnato da delusioni o allucinazioni, convulsioni convulsive.

La diagnosi dell'autismo infantile comprende due fasi: diagnosi mediante scala e monitoraggio dinamico della condizione dei bambini.

Come riconoscere l'autismo infantile? La scala di valutazione per l'autismo infantile consiste di 15 posizioni che descrivono aree significative delle manifestazioni di un bambino: capacità di imitare, sforzandosi di entrare in contatto con gli altri, in particolare reazioni emotive, utilizzo di oggetti non giocanti e di gioco, capacità motorie, adattamento ai cambiamenti, reazioni dell'udito, reazioni visive; gusto, olfatto, reazione tattile; presenza di ansia e paure, interazione non verbale, caratteristiche del linguaggio, grado e produttività dell'attività, caratteristiche e livello di sviluppo dell'attività intellettuale, valutazione dell'impressione generale del clinico. Durante il test, il bambino in esame viene confrontato con gli indicatori normali e il comportamento oltre l'intervallo normale è soggetto a valutazione. Insieme alla valutazione di un bambino alla nomina di uno psichiatra, è consentito utilizzare le informazioni dei genitori, i risultati dell'esame di uno psicologo e le osservazioni degli insegnanti.

Trattamento dell'autismo infantile

Il problema dell'adattamento sociale dei bambini affetti da disturbi dello spettro autistico sta diventando sempre più urgente e acuto. Secondo molti autori, tali bambini possono essere attribuiti a bambini con bisogni educativi speciali e la loro integrazione nel sistema educativo è piena delle maggiori difficoltà. La riabilitazione sociale di questi bambini è possibile quando si introduce il modello di educazione integrativa (inclusiva). L'integrazione riuscita degli autisti avviene quando vengono soddisfatte diverse condizioni:

- le manifestazioni dello spettro autistico dovrebbero essere identificate il più presto possibile;

- tali bambini devono monitorare lo stato mentale durante il periodo di studio, per fornire assistenza medica e psicologica tempestiva;

- gli insegnanti di educazione inclusiva dovrebbero avere un livello sufficiente di conoscenza della psicopatologia per regolare abilmente l'approccio pedagogico di tali bambini.

In Israele, presso l'Hadassah Medical Center, i medici hanno cominciato a impegnarsi in profondità sulla prevenzione prenatale dell'autismo, anche nella fase dello sviluppo intrauterino del bambino. I medici stanno lavorando sul problema di ridurre il rischio di comparsa di bambini con questa deviazione in famiglie che hanno già un bambino simile. Attualmente, gli scienziati non sono in grado di riconoscere il disturbo in utero, quindi stanno cercando di applicare i segni noti alla medicina.

Sapendo che i ragazzi hanno quattro volte più probabilità di essere turbato, i medici della clinica raccomandano di scoprire il genere del nascituro usando la fecondazione in vitro e cercando di dare alla luce una ragazza.

I medici ritengono che il parto prematuro e la tossicosi durante la gravidanza aumentino le probabilità di sviluppare l'autismo. Pertanto, alle donne incinte si consiglia vivamente di assumere farmaci che riducano la manifestazione di questi fattori, nonché di eseguire test per identificare il contenuto di alcune sostanze nel sangue. La maggior parte degli scienziati suggerisce un legame tra l'ormone dell'amore, l'ossitocina e l'autismo infantile. Uno dei principali sintomi dell'autismo include la violazione del contatto del bambino con altre persone.

Gli scienziati hanno scoperto che nei bambini con autismo il livello di ossitocina nel sangue è significativamente inferiore rispetto a quelli sani. Riferendosi a questi risultati, alcuni medici cercano di trattare il disturbo con questa sostanza.

Gli specialisti della clinica Hadassah studiano l'effetto dell'ossitocina sullo stadio dello sviluppo intrauterino. И хотя результаты исследования еще не окончательные, врачи уже сейчас предлагают профилактические меры: не назначают матерям детей-аутистов медицинские препараты, которые будут подавлять выработку окситоцина.

Лечение детского аутизма происходит в трех направлениях:

- лечение нарушений поведения;

- семейная терапия;

- медико-психолого-педагогическая коррекция.

Il trattamento dell'autismo infantile richiede versatilità, diversità, complessità del trattamento e misure riabilitative nell'unità dei metodi psicologici e biologici. L'assistenza psicologica e medico-pedagogica è produttiva fino a 7 anni (nelle fasi principali della formazione della personalità). Il trattamento farmacologico è efficace all'età di 7 anni, dopo di che i farmaci hanno un effetto sintomatico. L'Amitriptilina più raccomandata, che è il principale farmaco psicotropico nei bambini in età prescolare (fino a 50 mg / die), un corso di 4-5 mesi. I ricercatori del disturbo assegnano un efficace ruolo terapeutico alla vitamina B6 (fino a 50 mg / die), agli antipsicotici atipici Rispolept (Risperidone) alla dose di 0,5-2 mg / die per 2 anni. Dopo averli assunti, i disturbi comportamentali sono ridotti, gli stereotipi, iperattività, isolamento, pignoleria sono ridotti e l'apprendimento è accelerato. I bambini affetti da disturbi dello spettro autistico sono prescritti Fenfluramina, che ha proprietà antiserotonergiche.

La terapia sostitutiva (Aminalon, Nootropil, Piracetam, Pantogam, Phenibut, Baclofen) viene utilizzata in corsi ripetuti per un certo numero di anni.

Le prospettive per il trattamento farmacologico dipendono dalla regolarità dell'ammissione, dall'origine del tempo, dalla giustificazione individuale, nonché dall'inclusione nel sistema di trattamento e di lavoro di riabilitazione.

Un lavoro correzionale correttamente organizzato può consentire l'effettiva promozione del bambino attraverso le fasi dell'interazione sociale, oltre a realizzare un rapido adattamento all'ambiente.

Guarda il video: "L'autismo è un compagno scomodo", la storia di Antonio in 200 secondi (Agosto 2019).